ORARIO CURRICOLARE

laboratorio grafomotorio

“Educare il gesto grafico”

Destinatari le bambine e i bambini cinquenni
Durata l’intero anno scolastico
Consulente e Supervisore dott.ssa Fanton Emanuela, Consulente grafo diagnosta, Rieducatrice della scrittura

Descrizione
Il laboratorio consiste nel proporre attività didattiche ai bambini utilizzando il modello funzionale
dei principali esperti in questo campo, R. Olivaux e J. De Ajuriaguerra, sullo sviluppo della
motricità fine e sulla maturazione del gesto grafico con utilizzo di

  •  attività psicomotorie e grafomotorie
  •  tecniche pittografiche sulla libertà del gesto grafico
  •  attività di pregrafismo

Il laboratorio sarà attuato in autonomia dalle insegnanti di sezione, supportate, periodicamente e
con regolarità, dalla consulenza e supervisione della specialista.
Con il metodo applicato nel laboratorio, si pone il bambino al centro dell’azione educativa, rispondendo agli effettivi bisogni percettivi e grafo – motori e a una necessità fisica, atta a favorire l’integrazione delle aree cerebrali.
Un gesto grafico correttamente impostato ha un valore altamente pedagogico.
Il percorso propedeutico deve rispettare la gradualità, partendo da attività psicomotorie, per passare a quelle pittografiche e giungere, attraverso il pregrafismo, alla scrittura.
Finalità
Il progetto propone l’insegnamento del gesto grafico, promuovendo un percorso coerente e armonico di continuità didattica tra la scuola dell’infanzia e la scuola primaria, per abilitare i bambini all’apprendimento della scrittura manuale in corsivo, utilizzando specifiche strategie e percorsi personalizzati, in un’ottica di prevenzione delle difficoltà grafo – motorie, in accordo con
le “Indicazioni Nazionali”.

laboratorio gioco motorio

DESTINATARI
Le bambine e i bambini piccoli, mezzani e grandi.

SPECIALISTI
Forniti dalla società cooperativa “Rotolando” con la quale da anni è in atto un  rapporto di collaborazione.

DESCRIZIONE
Il laboratorio inizia la prima settimana di ottobre a si conclude a fine maggio; ha luogo una volta la settimana e ha la durata di un’ora.
Vi partecipano piccoli gruppi di bambine e di bambini di età omogenea.
Gli specialisti lavorano in sinergia con tutto il personale scolastico e contribuiscono, attraverso il gioco motorio, al raggiungimento dei traguardi per lo sviluppo della competenza previsti e, in special modo, si concentrano su quelli afferenti il campo di esperienza “IL CORPO E IL MOVIMENTO”.
Traguardi e obiettivi didattici vengono declinati in base alle diverse fasce d’età.

laboratorio di lingua inglese

DESTINATARI
Le bambine e i bambini mezzani e grandi

DURATA
Dalla prima settimana di ottobre a maggio
Una volta alla settimana , in orario antimeridiano
Il laboratorio ha la durata di un’ora

SPECIALISTA
Fornita dalla Cooperativa “Rotolando” con la quale, da anni, è in atto un rapporto di collaborazione

DESCRIZIONE
Il Laboratorio è interattivo; ha luogo in un contesto ludico, motorio, sonoro e grafico-espressivo. Il gruppo è poco numeroso ed è composto da bambine e bambini con età omogenea.
La specialista introduce termini, espressioni e vocaboli in lingua inglese avvicinando i piccoli alla lingua in forma esclusivamente orale; tutte le attività seguono la sequenza: ascolto, comprensione, assimilazione, produzione, verifica.

FINALITÀ
Comprendere e riprodurre in lingua inglese semplici espressioni e vocaboli di uso quotidiano legati all’esperienza dei bambini.

laboratorio musicale

Destinatari
I bambini piccoli, mezzani e grandi

Descrizione
Viene proposto in ogni singola sezione, in orario pomeridiano, con gruppi di bambini grandi e mezzani; ai bambini piccoli viene riservato l’orario antimeridiano; la gestione dell’attività è affidata a una specialista; la frequenza del laboratorio è settimanale; ciascun intervento ha la durata di 45 minuti.
Sono previsti dieci laboratori per ogni gruppo/sezione; è ancora in fase di definizione l’avvio dell’attività.

Le attività di base sono:
giochi di produzione di rumori e suoni con il corpo e con la voce,
giochi di localizzazione spaziale del suono con occhi bendati,
giochi di successione e di contemporaneità dei suoni,
sonorizzazione di ambienti (cortile, casa, fabbrica, bosco),
giochi sulle zone sonore (grave, medio, acuto),
gioco sui suoni lunghi e corti,
dialoghi sonori con voci, battimani, piedi, ginocchia, strumentini,
giochi sulla discriminazione timbrica strumentale,
giochi su crescendo e diminuendo.

Obiettivi
Sviluppo dell’attenzione e della percezione uditiva attraverso il riconoscimento dei rumori e dei suoni, sviluppo del senso ritmico e della coordinazione motoria,
imitazione di rumori, suoni ed effetti mediante produzione di suoni con il corpo e con la voce, sincronizzazione dei movimenti su ritmi o brevi brani musicali,
produzione di situazioni musicali con l’uso di semplici strumentini,
discriminazione e riconoscimento di ritmi veloci – lenti, accelerati e rallentati,
improvvisazione in forma libera e guidata, esecuzione di canti e filastrocche per imitazione e accompagnati da gesti o drammatizzando il testo,
percezione e discriminazione dei parametri grave, medio, acuto,
rappresentazione con grafia libera dei parametri del suono, di un evento musicale, di una fiaba, codificando e decodificando i simboli, sviluppo della memoria,
ascolto “consapevole” di brevi brani musicali, sviluppo della capacità di suonare o accompagnare brevi brani, sviluppo della capacità di inventare piccole coreografie,
costruzione di strumenti a percussione con materiale povero, rilassamento.

Specialisti
Sono forniti dalla responsabile e coordinatrice del Laboratorio Musicale della
Valsangone, professoressa Nadia Tonda Rock, didatta, musicista, strumentista, docente presso l’Istituto “Gonin” di Giaveno.

Arricchimento dell’offerta formativa

Attività di laboratorio

Nel “laboratorio” il bambino viene accompagnato:

  • dalla percezione alla consapevolezza di sé
  • dal fare immediato al fare intenzionale e rielaborato.

Nel laboratorio il gioco diventa consapevole e ogni gesto è preceduto dal pensiero; nell’attività laboratoriale vengono stimolate azioni cognitive e si avviano processi logici.

Il bambino, facendo intenzionalmente, compie operazioni mentali via via sempre più complesse.

La didattica di laboratorio è attenta alla diversità e al clima di apprendimento.

  • In orario curricolare
  • Laboratorio di lingua inglese per i bambini e le bambine mezzani e grandi
  • Laboratorio di gioco – motorio per i bambini e le bambine di tutte le fasce di età
  • Laboratorio musicale per  i bambini e le bambine di tutte le fasce di età
  • Laboratorio grafo – motorio per le bambine e i bambini grandi

 

ORARIO EXTRA-CURRICOLARE

laboratorio di creatività

 

DESCRIZIONE: Il progetto si propone di affrontare il tema del l’espressione artistica, stimolando il bambino a rappresentare il proprio mondo interiore, favorendo diverse forme comunicative originali ed efficaci, adattabili e personali. L’obiettivo principale sarà quindi quello di far sperimentare l’arte in diverse forme e con diversi strumenti, dando al bambino la possibilità di creare qualcosa che lo rappresenti, di mettere in comunicazione diverse abilità, incrementare la consapevolezza delle sue capacità in un’ottica ludico-didattica. Le attività previste comprenderanno:

  • Immagine e pittura: osservare e giocare con le sfumature dei differenti colori, manipolarli, disegnare...
  • Arti espressive
  • Manipolazione: utilizzo di molteplici materiali per sviluppare la “motricità fine”.

COMPETENZE: Il progetto si delinea al fine di aiutare i bambini a sviluppare capacità di problem solving, a trasformare le proprie idee in realtà, stimolando il  pensiero divergente, ad accrescere la  consapevolezza sulle proprie competenze e a controllare i propri sforzi. Si propone inoltre di migliorare le funzionalità motorie del bambino, la sua coordinazione occhio-mano, il sincronismo e il controllo dei propri movimenti, accrescendo  l’autostima.

DESTINATARI: I bambini e le bambine che frequentano il post scuola.

Suddivisi in:

  • GRANDI (il lunedì dalle 16:15 alle 17:15)
  • MEZZANI (il mercoledì dalle 16:15 alle 17:15).

OPERATRICE: Dott.ssa Erika Gatto, psicologa con esperienza pluriennale nell’ambito dell’infanzia e una spiccata propensione per le arti grafiche, in particolare disegno e pittura. Laureata presso l’Università Pontificia Salesiana di Roma nel 2017 in Psicologia. Dal 2019 abilitata alla professione di psicologa e tutor di bambini DSA.

laboratorio di danza e propedeutica

Laboratorio Danza

Scopo della proposta laboratoriale DANZA

Offrire alle bambine e ai bambini che frequentano il post scuola una piacevole e interessante opportunità di educazione al movimento.

Chi è Chiara Luisi

Dopo la formazione coreutica come danzatrice classica e moderna, studia e consegue numerosi diplomi per poter svolgere al meglio la sua professione come insegnante di danza. Diploma in danza classica e propedeutica rilasciato da “C.S.E.N”. Diploma di danza moderna con specializzazione per bambini dai 3 agli 11 anni rilasciato da IDA “International Dance Association” Certificazione “Progressive Ballet Technique”. Diploma “Advanced 1” metodo RAD (danza classica).Nel 2014 si laurea in “scienze e tecniche psicologiche”.Parallelamente conclude il corso di formazione triennale in danza terapia metodo Fux a Milano. Nel 2017 si laurea in “Psicologia clinica: salute ed interventi nella comunità” presso l’Università degli Studi di Torino.  A  partire dagli anni di formazione fino a oggi, ha condotto progetti con utenti con disabilità sia fisiche che intellettive, con normodotati, con anziani e bambini.Nel marzo 2019 ottiene l’autorizzazione all’utilizzo del marchio “danzatricità” e l’autorizzazione a svolgere l’attività stessa. Attualmente lavora conducendo progetti come danzaterapista e insegnante di danza.